La storia e le curiosità sul Real Brasiliano

Il Real Brasiliano è la valuta ufficiale del Brasile, suddivisa in 100 centavo con simbolo r$. Il moderno Real è stato introdotto ufficialmente nel 1994, facente parte di un piano condotto per la riforma monetaria al fine di poter gestire al meglio l’inflazione che ha colpito il Brasile per decenni.

La denominazione Real arriva dal Portoghese e vuole significare “regale” – “vero” come per sottolineare la sua grande importanza, mentre il segno simile a quello del dollaro deriva dal fatto che – subito all’inizio – la sua valuta sarebbe dovuta essere al pari del dollaro, con svalutazione dopo pochi anni. Oggi il Real Brasiliano ha un’oscillazione particolare, ma per sapere esattamente la quotazione giornaliera ed avere ogni tipo i informazione basterà leggere la guida di Filippo Martin ed utilizzare convertitore automatico con grafico.

Real Brasiliano: la storia

Il Real Brasiliano è stato introdotto ufficialmente nel 1994, come da decisione del Ministro delle finanze Fernando Henrique Cardoso e il Presidente Itamar Franco, al fine di poter stabilizzare l’economia brasiliana colpita da povertà ed inflazione. La precedente moneta era chiamata il Cruizero Real: l’entrata della nuova moneta costrinse gli abitanti ad una sostituzione di tutte le banconote e monete, con non pochi disagi alla popolazione.

Appena introdotto il Real Brasiliano ottenne il medesimo valore al pari del dollaro, per poi perdere tra il 1997 e 1998. All’inizio del 1999, la crisi finanziaria russa, rese variabile il tasso di cambio generando una svalutazione ai minimi storici e passando ad un cambio pari a due real per dollaro.

Gli abitanti, negli anni, hanno temuto tantissimo per un crash della moneta e della finanza visto il risultato altalenante continuo e una poca riuscita di risalita al pari delle altre valute esistenti nel mondo. Una volta che Lula entrò in carica il valore della valute cominciò ad aumentare donando un sospiro di sollievo all’intera popolazione brasiliana, sino alla stabilizzazione nel 2007.

Real Brasiliano: curiosità

Ci sono alcune curiosità, che in pochi conoscono, relative alla storia del Real Brasiliano che ne hanno determinato il suo andamento:

    • Nel 2005 venne interrotta la produzione di 1 Real in banconota: questo significa che la sua rarità viene pagata oggi dai collezionisti sino a 100 real;

    • Il Brasile ha cambiato 8 valute in 50 anni, sperando sempre in un miglioramento del piano finanziario;

    • Nel 2012 un procuratore federale di San Paolo si rivolse al tribunale per richiedere una modifica da parte della Banca Centrale con eliminazione della scritta “”Dio dia lodato”. Questa richiesta non venne accettata, nonostante lo Stato si definisca laico, la costituzione brasiliana sottoscrive di essere stata formata sotto la protezione di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *