shadow

Stufe a pellet Nordica, la soluzione migliore per restare caldi d’inverno

Le stufe a pellet nordica risultano essere molto comode perché consentono di essere installate in ogni parte della casa, inoltre presentano una facile installazione e manutenzione. Quando fa freddo queste particolari stufette permettono di riscaldarsi e a differenza delle normali caldaie a gas utilizzano dei materiali sostenibili a bassa emissione di CO2.

Il pellet è una fonte di energia rinnovabile in quanto si ricava dagli scarti di lavorazione del legno che a loro volta vengono compressi in piccoli cilindri. A seconda dell’utilizzo che dobbiamo farne sarà necessario scegliere bene la potenza infatti sul mercato ne esistono di varie dimensioni adatti ad ogni tipo di abitazione.

Il materiale che utilizzano le stufe a pellet non presenta alcun collante e può essere utilizzato nuovamente come fertilizzante. Un altro motivo per scegliere il pellet è sicuramente l’economicità rispetto al metano o al gasolio. Inoltre non ingombra molto ed è sicuro se si hanno dei bambini a casa perché poco infiammabile.

Visto il successo di questi prodotti le varie aziende stanno sempre più cercando di renderli veri oggetti d’arredo adatti ad ogni tipo di appartamento: da quello standard a quello più lussuoso! La praticità di queste stufe a pellet sta nel fatto che le persone possono decidere di regolare gli orari di accensione e di spegnimento così da ritornare a casa e trovare un ambiente caldo e appagante.

I prezzi di queste sfufe variano e non sono molto economici ad eccezione del materiale ma tutto dipende dalle dimensioni, dalla potenza ed ovviamente dal marchio che si sceglie. In commercio esistono stufe senza canna fumaria che possono essere installate in ogni parte della casa senza dover necessariamente bucare il muro per far fuoriuscire i fumi.

E’ importante però effettuare periodicamente la manutenzione al fine di non far logorare nel tempo la stufetta. Nel caso in cui non si voglia commettere degli errori sarà possibile chiedere all’azienda in cui si andrà ad acquistare la stufa a pellet un esperto che verrà a casa nostra per la pulizia di questo prodotto.

Grazie papà!

VW-Beetle-e1448972172807

Ho compiuto 18 anni un mese fa e mio padre mi ha già portato a scegliere l’auto che sarà mia, mia e solo mia. Abbiamo un budget non troppo enorme, è vero, ma sinceramente poco mi importa: ho sempre desiderato avere un’auto tutta mia, non per correre, perché so già che non supererò mai i limiti consentiti dalla legge per paura di perdere la patente – che ancora devo prendere – ma per poterla modificare esteticamente.

Ho sempre giocato ai giochi di corse e pensare di poter comprare davvero un kit xenon è una cosa che mi fomenta tantissimo. So di volere un modello non troppo grande in modo da trovare parcheggio facilmente, mio padre per molto tempo ha avuto una station wagon ed era un’impresa, ogni volta, riuscire a trovare posto in città.

Ne vorrei un modello compatto, robusto, possibilmente grigio satinato. È da sempre il mio sogno avere l’auto di questo colore, con gli interni neri, non in pelle, ma da ricoprire con coprisedili magari pelosi, cosa che mi piace un sacco e che ha il mio migliore amico.

Poi vorrei anche mettere i dadi allo specchietto, non so perché ma mi danno un’impressione davvero intrigante, mi sembrano divertenti e carini allo stesso tempo. È il regalo più bello che potessi ricevere, ancora stento veramente a crederci, soprattutto per come me lo ha detto.

Un biglietto lasciato sul letto della mia stanza con scritto non prendere impegni per domani: autosalone. Ho parlato con lui dicendogli che mi sarebbe andata benissimo anche un’auto usata per spendere un po’ meno, ma non ha voluto sentire storie: la vuole nuova per me, perché secondo lui è più sicura. Che dire…grazie papà!